16 Dicembre 2020

TEMPO DI QUALITA’: IL REGALO PIU’ BELLO CHE TI PUOI FARE.

L’unica persona con cui siamo certi di passare tutta la vita, fino all’ultimo respiro, siamo noi stessi.

Non importa quali ruoli abbiamo: figlio, genitore, artista, dirigente, magazziniere, contadino, cuoca, strega, stregone…

Siamo tutti esseri umani, con i nostri bisogni, le nostre passioni, le nostre virtù.

Andare d’accordo con noi stessi, accettarci per quello che siamo, volerci bene, saperci curare, dare amore e rispetto, saperci migliorare, sono alcuni dei compiti che siamo chiamati ad adempiere per poter vivere una vita piena, ricca di significato.

Lo hai letto ovunque ormai, che se non sai dare amore a te stesso, sarà molto difficile amare un’altra persona o essere amato, e quindi vivere una vita felice.

L’amore assume strane forme, e tutti noi, in qualità di figli, ne sappiamo qualcosa.

Durante questo 2020 digitale ho incontrato tanti esseri umani con vite e ruoli diversi, tutti alla ricerca del senso della propria vita.

Provo tanta tenerezza quando i ragazzi e le ragazze di 20 anni hanno fretta di trovare la propria strada.

Provo compassione quando i manager sulla quarantina mi chiedono aiuto per imparare a stare in quel ruolo, senza però rinunciare alla propria autenticità, mi risuona molto questo tema.

Quando le mamme si sono dedicate per anni ai bambini, arriva un punto in cui si chiedono: “E io? Cosa faccio per me?”. Lo dicono a me, che sono anni che aspetto di diventare mamma e che sono un’esperta di “tempo di qualità per me”.

La dottoressa che si chiede come migliorare la propria empatia verso i pazienti che si affidano alla propria professione.

I tecnici che vedono solo bianco e nero, e che sia accorgono quanto sia difficile incontrare l’altro nella relazione.

Tante realtà diverse, bisogni diversi, ma io parto sempre dallo stesso punto:

Come stai, tu, qui, ora?

Ascoltati, ascolta il tuo respiro, il tuo battito cardiaco, il tuo corpo.

Fermati un attimo, non serve un’ora, solo tre respiri.

Ahhhhh.

Cosa ti fa stare bene?

Il viaggio di sei mesi con lo zaino a spalla non vale.

Vincere alla lotteria nemmeno.

Ti chiedo cosa ti fa stare bene qui, ora.

Cosa puoi darti tu, restando con quello che c’è.

E qui inizia il difficile, si, l’ho sempre detto io che un percorso di crescita personale non è una passeggiata, ti devi impegnare perché le risposte sono tutte dentro di te, gli altri non possono fare nulla per te. Deve partire da te, lo spazio lo crei tu, è casa tua. La sistemi, fai ordine, pulizia, la arredi. Poi se vuoi apri le porte e le finestre, ci inviti chi vuoi, ma è casa tua.

Per riuscire ad assumerti la responsabilità della tua vita, è importante che tu abbia chiaro:

  • come prenderti cura di te;
  • come volerti bene;
  • come ascoltare quello di cui hai bisogno;
  • come darti quello di cui hai bisogno.

In poche parole, se vuoi stare meglio, devi imparare a trattarti come tratteresti la persona che più ami.

Sei tu che dai a te stesso del tempo, tempo di qualità.

Tempo che ti nutre, che ti fa del bene, il ME-TIME.

Non servono ore, nemmeno pratiche difficili. Se ti piacciono falle, se hai chiaro che praticare yoga, meditazione, canto, camminare o qualsiasi altra attività che ti porta a stare bene con te, praticala.

Ma se non sai ancora quello che ti piace, e trovi difficile capire cosa ti piace, allora procedi per piccoli passi. Passi piccoli, ma costanti. Dedica qualche minuto al giorno a te.

Passare ore davanti alla televisione da un senso momentaneo di rilassamento, di svago, ma ti nutre davvero quello che guardi? Ti da delle emozioni? O vai a letto la sera con un senso di vuoto?

Mangiare e bere danno piacere, si, ma curi quello che mangi e che bevi?

Scegli le persone con cui parlare?

Il piacere è uno dei miei temi preferiti, ed è la base da cui partire per poi comprendere cosa ci da motivazione, cosa da senso alla nostra vita.

Sono tutti corsi che abbiamo fatto quest’anno online, e che torneranno in calendario nel 2021, insieme a nuovi corsi sulla creatività, sulla libertà e sull’autenticità.

Non lasciare che queste vacanze passino prive di significato, osservando solo quello che manca.

Impara a stare con quello che c’è.

Hai bisogno di qualche spunto?

Dal 21 di Dicembre al 7 Gennaio, ogni giorno sul mio profilo Instagram alle ore 17.00, sarò in diretta con 7 minuti del mio ME-TIME.

Ogni giorno posterò il link anche sulla pagina Mestieri-LAB® di LinkedIn e di FB, in modo da poter offrire spunti di ben-essere a più persone possibili.

Ogni giorno sceglierò cosa mi fa stare bene in quel momento, che sia una tazza di tè, una passeggiata, una risata, un pianto liberatorio, un disegno, una canzone, un urlo, un riposino o l’ascolto del silenzio.

Mi farebbe davvero piacere condividere con te questi spunti e sapere poi se ti sono stati utili.

Un abbraccio al profumo di pino, Marina