1 Maggio 2021

Qualsiasi cosa vogliamo fare, qualsiasi cambiamento, anche minimo, richiede il mettere in campo le nostre risorse.

Ma che cosa sono le risorse? Qualsiasi competenza di tipo cognitivo, emotivo, esperienziale a tua disposizione. Usiamo le risorse per risolvere i problemi.

Cosa hai fatto in passato per risolvere un problema?
Ha funzionato? Bene, allora quella è una tua risorsa!

Nelle ultime settimane abbiamo esplorato cosa ti piace, poi cosa ti da motivazione, oggi rivolgiamo lo sguardo verso quelle cose che ci vengono bene, che siamo capaci di fare.
Nel podcast “Ritrova la tua autenticità” ti faccio sempre degli esempi, ascoltalo se non l’hai ancora fatto.

Per alcune persone è facile riconoscere le proprie qualità, alcuni di noi sanno riconoscere in modo oggettivo quali sono le cose che ci vengono bene.
Per altre persone è difficile, un po’ per scarsa autostima, un po’ perché in molte famiglie e in molte culture non si valorizzano i comportamenti e le azioni che portano ad un risultato positivo.

Prova a pensare a chi ti fa complimenti, chi ti stima, chi ti apprezza….
Cosa dicono di te?

Se hai voglia di disegnare, immagina di essere un mix delle persone che ti stimano, disegnati con la loro mano! Prenditi un po di tempo, mettiti comodo o comoda: disegna la migliore versione di te stesso.

Poi inizia a scrivere tutti quegli aggettivi che le persone che più ti stimano e ammirano userebbero per descriverti.

Che buona torta che hai fatto, che accogliente che è la tua casa… è rilassante stare con te…. mi fai sentire a mio agio…. come sei organizzata, come parli bene l’inglese… hai sempre delle ottime idee per i viaggi, che brava sei a fare ricerca, che precisione nel cucire, pulire…. come scrivi bene… parli in modo molto chiaro… come ti vesti bene…come sei empatico… impari cosi facilmente…. che carisma che hai, che socievole che sei, che creativa, che pragmatica.. e cosi via!

Sei riuscito o riuscita a scrivere almeno 10 qualità?
Prova a rileggerle ora, prova ad ascoltarti con tutto il corpo e SENTIRE quali sono le qualità, le risorse, i punti di forza che davvero ti appartengono.
Solitamente sono cose che ti piace fare, e che ti vengono anche bene!
E’ da li che arriva la soddisfazione: vengono bene, ti fanno stare bene, quindi hai voglia di farlo ancora!

Ti suggerisco di partire sempre dalle cose piccole e facili, quelle che solitamente dai per scontate. Esempio: hai amici a cena, e vuoi fare il risotto.

Questo è un progetto: allo stato attuale sei in ufficio e stai lavorando.

Lo stato desiderato, il tuo progetto è quello di sederti a tavola con i tuoi amici e un buon piatto di risotto agli asparagi.

Che risorse ti servono?
– saper fare il risotto, oppure sapere almeno quale ricetta seguire
– ti serve il riso
– gli asparagi, il brodo… e tutti gli ingredienti che vuoi utilizzare

ti servono anche i soldi per fare la spesa.

Chiaro?

Cucini il risotto perché ti piace mangiarlo, ci metti passione, ti senti bene mentre lo fai, hai imparato a farlo bene, sai di farlo nel modo giusto, perlomeno nel modo che piace a te, sei entusiasta… sei motivato nel farlo.

Allo stesso modo utilizziamo le nostre risorse personali per far fronte alla vita, per risolvere i problemi di tutti i giorni. Sono quei tratti della nostra personalità che contribuiscono alla realizzazione del nostro potenziale, ricordi che ne abbiamo parlato tanto?

Ognuno ha i propri punti di forza, dipendono molto dal nostro carattere e dalle esperienze che abbiamo fatto, da cosa abbiamo imparato a fare, da cosa ci riesce bene, da cosa ci piace e da soddisfazione.

Ognuno ha il proprio mix unico di qualità, i punti di forza che ci caratterizzano.

Se non le conosciamo, se non sappiamo di averle, come facciamo ad usarle?

Il punto è trovare il modo di riconoscere le tue risorse, massimizzare l’uso di quelle più forti, e rinforzare quelle più deboli.

Più ti conosci, più conosci le tue risorse e sai come gestirle, più sei te stesso.

Le persone autentiche giocano con i loro punti di forza, si divertono.
Trascorrono molto tempo a fare le cose che davvero amano.

Se hai individuato qualche piccola area di interesse, coltivala!
Anche se non centra nulla col tuo lavoro, coltivala.

Più riesci a inserire cose che ti piacciono nella tua vita quotidiana, più hai possibilità di essere felice e stai bene.

Ti fa star bene tagliare l’erba e prenderti cura del giardino? Benissimo!

A forza di farlo arrivi ad un punto dove il giardinaggio ti verrà bene, dove sarai davvero soddisfatto o soddisfatta del tuo lavoro.

Ti piace tagliare la legna? Coltiva questa tua forza.
Ti piace cucire? Cucinare? Lo vedi che queste piccole cose possono diventare dei punti di forza se ci dedichi tempo e passione?

Questo allenamento costante ti permette di sviluppare risorse, di imparare a fare cose che ti piacciono. Una volta che la tua lista delle cose che sai fare è bella ricca, puoi addirittura pensare di farti pagare per fare quelle cose, ma di questo ne parleremo più avanti!

Ti aspetto la prossima settimana, con un pezzettino di autenticità in più!